Ossicodone, lo sballo dei giovani romani, basta la ricetta..

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 Settembre 2015 11:22 | Ultimo aggiornamento: 21 Settembre 2015 11:33
Ossicodone, potente antidolorifico nuova pillola dello sballo

Ossicodone, potente antidolorifico nuova pillola dello sballo

ROMA – Si chiama ossicodone ed è un farmaco generalmente prescritto come terapia del dolore ai malati oncologici terminali, a chi patisce dolori cronici o postoperatori gravi. Per i giovani romani è invece la nuova pillola per lo sballo del sabato sera. L’ossicodone, infatti, è un potente antidolorifico che può trasformarsi in stupefacente una volta e mezzo più forte dell’eroina. Specie se mischiato con alcol e marijuana. Nell’ultimo mese tre spacciatori sono stati fermati alla periferia Nord Est della Capitale con in tasca il micidiale farmaco. Uno aveva in casa anche un ricettario e alcuni timbri con intestazioni di diversi studi medici.

Il fenomeno arriva dagli Stati Uniti d’America dove, solo nello scorso anno a causa degli elevati standard di dipendenza, il farmaco ha mietuto più vittime di eroina e cocaina. In Italia l‘ossicodone si vende in farmacia solo con ricetta medica: una scatola da 28 compresse costa 15 euro, sul mercato dello spaccio lo rivendono a 30-40 euro per pasticca. I pusher romani hanno fiutato l’affare ma i rischi per la salute sono decisamente gravi. Non solo per la pericolosa dipendenza causata dal farmaco ma anche per gli effetti devastanti che comporta: lo sballo dura circa tre ore ed è molto più rapido della semplice ubriacatura da alcol.

I rischi per chi ne abusa sono: perdita di coscienza, allucinazioni, respirazione ridotta e potenzialmente mortale, bradicardia, collasso circolatorio. Per non parlare dei gravi danni all’apparato neurodegenerativo: è scientificamente provato che nei giovanissimi questo tipo di oppioidi causa atrofismo delle cellule cerebrali. Il rischio cioè è di finire inebetiti.