Ostia, bimbo venduto dal padre rom. La madre: “Non sospettavo nulla”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Luglio 2020 9:41 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2020 9:41
Ostia, bimbo venduto

Ostia, bimbo venduto dal padre rom. La madre: “Non sospettavo nulla”

Si è dichiarata all’oscuro della vicenda la madre del bimbo di 3 anni che il padre ha offerto ai bagnanti sul lungomare di Ostia.

“Mio marito mi aveva detto che avrebbe portato nostro figlio a fare una passeggiata, invece ha cercato di venderlo. Mi fidavo di lui” ha detto la madre del bimbo, una 18enne, al Messaggero riguardo alla vicenda che ha visto coinvolto il 25enne rom domenica scorsa ad Ostia.

La ragazza, residente insieme al marito nel complesso popolare Le Salzare di Ardea e madre anche di un secondo bambino, ha spiegato che padre e figlio erano già usciti altre volte insieme e di non aver mai sospettato nulla.

La 18enne nei giorni scorsi, appena venuta a sapere della vicenda, ha chiesto di poter andare a trovare il figlio in ospedale. Un incontro protetto, che avverrà sotto la sorveglianza di agenti e militari. Prima di vedere il figlio, la donna dovrà attendere i risultati del test del coronavirus, come da prassi.

Il bimbo si trova nell’ospedale Grassi di Ostia, dov’è arrivato denutrito e in condizioni igieniche pessime. Non parla, è sotto osservazione. Nel frattempo il Tribunale dei Minori ha nominato un tutore, in attesa che ne valuti l’affido.

Il magistrato sta passando al vaglio la posizione dei genitori e sta valutando l’eventuale coinvolgimento della madre nella vicenda. La donna ha negato di essere al corrente dei comportamenti del marito. Il padre, ora nel carcere di Regina Coeli in attesa dell’udienza di convalida, rischia di perdere la patria potestà. (fonte IL MESSAGGERO)