Cronaca Italia

Ostia: i clan al contrattacco. Fuoco al Pd, attacco a La7

ostia-roberto-spada

Ostia: i clan al contrattacco. Fuoco al Pd, attacco a La7

ROMA – Ostia: i clan al contrattacco. Fuoco al Pd, attacco a La7. Nel giorno della seconda manifestazione antimafia a Ostia in quattro giorni, Roberto Spada viene spedito nel carcere di massima sicurezza di Tolmezzo, vicino Udine, dove stava fino ad oggi il boss delle cooperative sociali Salvatore Buzzi, riportato a Roma.

Ma le ore successive si segnalano per una recrudescenza di minacce e atti di violenza dei clan locali o del contesto criminale immediatamente prossimo ai clan. Vandali hanno preso di mira la troupe di La 7 della trasmissione l’Aria che tira condotta da Myrta Merlino (insulti, minacce e gomme dell’auto della troupe bucate), nella notte è andato a fuco il portone di un circolo Pd.

Roberto Spada trasferito nel carcere di massima sicurezza. L’autore della testata a favore di telecamera viene allontanato per “motivi ambientali”, quelli del contesto mafioso che è stato definito dal giudice per contestare l’aggravante e far arrestare Spada. Roberto Spada, arrestato per avere aggredito un giornalista della Rai il 7 novembre ad Ostia, è stato trasferito nel carcere di massima sicurezza di Tolmezzo in provincia di Udine. La decisione è legata al fatto che il carcere di Regina Coeli non è attrezzato a questo tipo di detenzione mentre per le altre case circondariali del Lazio non ci sono le condizioni ambientali per ospitare Spada.

Nel provvedimento, la Direzione generale detenuti e trattamento dispone, “in considerazione dell’elevata pericolosità del soggetto”, “l’adozione delle misure idonee ad impedire tentativi di evasione, anche mediante complicità esterne, nonché qualsiasi altro atto che possa compromettere l’incolumità del detenuto e della scorta stessa oppure il corretto svolgimento della traduzione”. (La Repubblica)

Minacce e gomme tagliate a troupe “L’aria che Tira”. “#Ostia, siamo stati insultati e minacciati, la nostra auto danneggiata ma non sono stata aggredita e nessuno ha provato a scagliarmi contro un pitbull. Grazie comunque a chi si è preoccupato per me!” Lo scrive su Twitter Myrta Merlino, giornalista de La7 a Ostia oggi per la manifestazione contro la mafia e la libertà di stampa. Tornando alla macchina della troupe della trasmissione “L’aria che Tira”, racconta la giornalista sempre su Twitter, ecco la sorpresa: le gomme dell’auto tagliate.

A fuoco portone del circolo Pd. “Nella notte qualcuno ha dato fuoco al portone del circolo PD del X municipio, a Ostia antica. E’ una cosa gravissima alla vigilia del ballottaggio e all’indomani di una splendida manifestazione di piazza senza bandiere contro la criminalità. Oggi era in programma l’assemblea degli iscritti che stiamo valutando di spostare davanti al circolo. Sono al fianco di Flavio De Santis, segretario del PD X municipio, Agostino Biondo il segretario dei giovani Dem, di tutte le democratiche e democratici di ostia”. Lo dice Andrea Casu, segretario del Pd di Roma.

To Top