Ostia, coppia di coniugi veneti accusata di aver rapinato e ucciso un bengalese

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 maggio 2018 14:24 | Ultimo aggiornamento: 15 maggio 2018 14:24
Ostia, coppia di coniugi veneti accusata di aver rapinato e ucciso un uomo

Ostia, coppia di coniugi veneti accusata di aver rapinato e ucciso un uomo

ROMA – Una coppia di coniugi [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,Ladyblitz – Apps on Google Play] ventenni è stata fermata con l’accusa di aver rapinato e ucciso Milon Sayal, 33enne originario del Bangladesh, a Nuova Ostia.

L’uomo, dopo aver conosciuto la donna su un sito di incontri, aveva organizzato l’appuntamento a Ostia.

Arrivato in via Enea Picchio, zona Nuova Ostia, dove aveva l’appuntamento, Milon ha trovato non solo la donna ma anche il marito, che lo hanno aggredito e rapinato del cellulare e della somma di 1.000 euro che Sayal aveva con sé per pagare l’affitto anche degli altri inquilini con cui condivideva un appartamento nel quartiere San Giovanni.

Milon Sayal è poi morto in ospedale.

Ai due coniugi la polizia è arrivata dopo un lungo e complesso percorso investigativo.