Ostia: insegue l’ex moglie, le spara dal finestrino e la uccide. Tenta suicidio

Pubblicato il 18 Aprile 2013 21:30 | Ultimo aggiornamento: 18 Aprile 2013 21:35

Ostia: insegue l'ex moglie, le spara dal finestrino e la uccide. Tenta suicidioROMA – Insegue la ex moglie, l’affianca con l’auto e le spara dal finestrino. Poi tenta il suicidio. E’ avvenuto giovedì sera sulla via Ostiense, a due passi da Ostia.

L’uomo, una guardia giurata che era a bordo della propria auto, ha sparato contro la donna, al volante di un’altra macchina. Poi si è inferto un colpo alla tempia. La donna, una romana di 41 anni, è morta mentre lui è in gravi condizioni. Sul posto i carabinieri di Ostia.

Durante l’inseguimento, avvenuto sul viadotto Zelia Nuttal, la guardia giurata ha affiancato più volte la ex moglie, con la quale aveva avuto l’ennesima lite. La donna ha prima tentato di scappare, poi è stata costretta a fermarsi ed è stata raggiunta, attraverso il finestrino, da sei colpi, sparati dall’uomo con la sua pistola di ordinanza.

La vittima è stata ferita a morte al torace e al collo. A dare l’allarme è stato un automobilista che li precedeva ed ha assistito alla scena. L’uomo è stato trasportato in gravi condizioni all’ospedale San Camillo: a quanto si è appreso il proiettile avrebbe trapassato la testa.

I due erano separati e in passato si erano già verificate liti ed episodi di violenza. Sul posto, per i rilievi, sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Ostia.