Ostia, rapine e botte alle donne in strada: arrestata una coppia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 maggio 2019 13:40 | Ultimo aggiornamento: 30 maggio 2019 13:40
ostia-rapine-botte-donne-arrestata-copia

Ostia, rapine e botte alle donne in strada: arrestata una coppia

ROMA – Aggredivano le donne di notte e alle spalle, colpendole con calci e pugni per poi rapinarle. Una coppia è stata arrestata dai carabinieri la sera del 29 maggio a Ostia, quartiere di Roma, dopo aver messo a segno diverse rapine. Le accuse nei confronti dei due arrestati sono di rapina, furto con strappo, lesioni personali e porto ingiustificato di strumenti atti ad offendere.

I due arrestati sono un uomo di 48 anni e la sua compagna, entrambi con vari precedenti penali e senza fissa dimora. Gli investigatori li ritengono responsabili di almeno 5 rapine e un furto messi a segno nel centro di Ostia. In un caso la vittima è stata colpita e stordita alla testa, forse con una bottiglia, mentre in un altro una 28enne è stata scaraventata a terra e brutalmente pestata con pugni sulla schiena e al volto, tanto da provocarle la frattura delle ossa nasali e un trauma cranico.

Il modus operandi della coppia arrestata dai carabinieri di Ostia, definito “seriale e semi-professionale” dagli inquirenti, era quasi sempre lo stesso: le vittime venivano “selezionate” e colte di sorpresa mentre rientravano in casa oppure mentre stavano andando al lavoro di mattina presto, approfittando dell’assenza di testimoni e agendo talvolta in luoghi poco illuminati.

5 x 1000

L’uomo, che durante le azioni criminali era solito coprirsi parzialmente il volto con un cappuccio, prima di agire, attendeva quasi sempre il segnale del “via libera” da parte della sua compagna, scagliandosi a quel punto con ferocia e accanendosi contro le vittime talvolta per un bottino di poche decine di euro. In un caso la donna arrestata ha rapinato una 40enne nell’androne del palazzo in cui abita minacciandola con un’arma da taglio.