Ostiglia (Mantova), il volume della Tv è troppo alto. Figlio uccide il padre a coltellate

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Luglio 2021 13:36 | Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2021 14:29
Ostiglia (Mantova), il volume della Tv è troppo alto. Figlio uccide il padre a coltellate

Ostiglia (Mantova), il volume della Tv è troppo alto. Figlio uccide il padre a coltellate (foto d’archivio Ansa)

Il volume della Tv è troppo alto e allora prende il coltello e uccide il padre. Un uomo di 50 anni d ha accoltellato il padre 75enne nella notte al culmine di una lite in un appartamento di Ostiglia, nel Mantovano.

L’omicidio è avvenuto poco dopo le 23 in un appartamento in via Cristoforo Colombo. Inutili i soccorsi del 118: l’anziano è morto per le “ferite profonde riportate al torace e all’addome”.

Ostiglia (Mantova), le prime ricostruzioni

E’ stato proprio il figlio stesso a chiamare i soccorsi dopo l’accoltellamento nella speranza di poter salvare il padre pensionato ma all’arrivo dell’ambulanza il 75enne, Mario Prandi, era già morto a causa delle numerose ferite a torace e addome inferte con un coltello da cucina.

Il figlio, Lorenzo Prandi è stato quindi arrestato dai carabinieri.  L’uomo, due figli, separato, era tornato a vivere col padre da un anno dopo che aveva perso il lavoro di tecnico informatico. 

Ostiglia (Mantova), un rapporto teso da tempo

Secondo una prima ricostruzione dei militari, tra padre e figlio la lite sarebbe stata “l’ultima di un rapporto reso sempre più complicato dalla convivenza e dalla crisi economica”.

Nei prossimi giorni sarà dato incarico per l’effettuazione dell’esame autoptico, mentre saranno inviati ai carabinieri del Ris di Parma i reperti recuperati sulla scena del crimine per ulteriori accertamenti tecnico-scientifici.