Ostuni (Brindisi): giudice le offre domiciliari, detenuta preferisce carcere

Pubblicato il 6 Novembre 2009 19:39 | Ultimo aggiornamento: 6 Novembre 2009 19:39

carcereIl giudice aveva disposto gli arresti domiciliari ma lei ha preferito rimanere in carcere. Protagonista della vicenda una donna di 29 anni, originaria di Bari ma detenuta nel penitenziario di Ostuni, in provincia di Brindisi.

La donna era stata arrestata per aver rubato un ricettario medico dal reparto di Ginecologia dell’ospedale ostunese: peccato però che servisse solo a prescrivere analisi, dunque il farmacista non avrebbe potuto accogliere l’eventuale richiesta di farmaci: la stima del furto era di soli 12 euro, ossia il valore del ricettario in sé per sé.

La donna tra l’altro fu scoperta mentre era già in una stazione dei carabinieri, dove si era recata per denunciare i maltrattamenti subiti dal suo ex convivente.

Ora il giudice le ha offerto la possibilità di tornare a casa, ma lei ha gentilmente declinato l’invito, motivando il rifiuto con queste parole: «Fuori dal carcere non ho nessuno. Preferisco restare nella mia cella».