Otranto, trovata e distrutta grossa mina subacquea vicino al porto

Pubblicato il 8 agosto 2012 13:42 | Ultimo aggiornamento: 8 agosto 2012 14:58

Una mina P200OTRANTO (LECCE) – Una grossa mina subacquea risalente presumibilmente alla seconda guerra mondiale, è stata scoperta sul fondale marino a mezzo miglio al largo del porto di Otranto durante i lavori per la posa di una condotta fognaria sottomarina.

L’ordigno, individuato qualche giorno fa durante le prospezioni obbligatorie per la posa di una condotta fognaria da parte del Comune di Otranto, è stato rinvenuto, imbracato e trasferito in zona di sicurezza dagli uomini del Servizio Difesa Antimezzi Insidiosi di Taranto, chiamati a svolgere il delicato lavoro per mezzo di speciali palloni.

L’ordigno è stato fatto brillare in sicurezza dai militari dello Sdai di Taranto a 2 miglia dalla costa ad una profondità di 58 metri. Si tratta di un grosso ordigno, del tipo P 200 del diametro di 120 centimetri, largamente utilizzato come mina di tipo navale.