P3, Carbone ai pm: “Io vittima di millantatori”

Pubblicato il 19 Ottobre 2010 16:22 | Ultimo aggiornamento: 19 Ottobre 2010 16:38

Vincenzo Carbone

”Vittima di millantatori”. Così Vincenzo Carbone, nel corso dell’interrogatorio in Procura a Roma nell’ambito dell’inchiesta sulla presunta P3.

”Il nostro assistito ha dato risposte puntuali e corrette a tutte le domande”, hanno precisato gli avvocati di Carbone, Paola Balducci e Antonio Fiorella, al termine dell’interrogatorio.

L’ex primo presidente della Corte di Cassazione, a riposo da alcuni mesi, è indagato per corruzione.

Al termine dell’interrogatorio, durato circa tre ore, Carbone non ha rilasciato dichiarazione ai giornalisti. “Abbiamo spiegato il meccanismo decisionale della Suprema Corte – ha continuato l’avvocato Balducci – a breve presenteremo una memoria tecnica anche sulle Sezioni unite. Nulla di segreto comunque. E’ chiara l’impressione che si millantava, si tirava in mezzo il nome del presidente per poter affermare di avere un peso”.