P3: Csm mette a concorso il posto di Marra

Pubblicato il 10 novembre 2010 18:35 | Ultimo aggiornamento: 10 novembre 2010 20:24

Nello stesso giorno in cui dà il via libera alle dimissioni di Alfonso Marra dalla magistratura il Csm mette a concorso il suo posto di presidente della Corte d’appello di Milano. Una poltrona che gli era stata assegnata nel febbraio al termine di una seduta infuocata, con due soli voti di vantaggio rispetto al suo diretto concorrente, Renato Rordorf, consigliere alla Corte di Cassazione.

Proprio il grande escluso di nove mesi fa potrebbe ora tornare in campo. Così come potrebbero essere interessati al posto lasciato da Marra diversi presidenti di tribunale del distretto che si erano candidati per la guida della Corte d’appello di Brescia, come per esempio Emilio Curtò (Varese) e Adriana Garramone (Lodi), o altri partecipanti di quel concorso, come il presidente del tribunale di Trieste, Massimo De Paoli o Giacomo Deodato, presidente di sezione alla Corte d’appello di Brescia.

Spariglierebbe certamente le carte l’eventuale candidatura del presidente del Tribunale di Milano Livia Pomodoro, anche se per ora non si sa nulla sulle sue intenzioni.