Pacco bomba a Roma: lunedì allerta per possibile terzo plico

Pubblicato il 11 Dicembre 2011 15:14 | Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre 2011 15:39

ROMA, 11 DIC – C'e' massima allerta in vista della riapertura domani degli uffici e delle banche nella Capitale e in tutta Italia, per i quali resta alta la minaccia di un terzo pacco bomba della Federazione Anarchica Informale (Fai), come quello esploso l'altro ieri a Roma nella sede di Equitalia e che ha ferito Marco Cuccagna, direttore generale della stessa agenzia tributaria. Due giorni prima un altro pacco bomba era stato recapitato in Germania, alla sede centrale di Francoforte della Deutsche Bank, anche questo rivendicata dalla Fai.

In entrambi i casi i pacchi erano stati inviati da un ufficio postale di Milano. Ora si teme per la terza bomba della 'Fai', che nella rivendicazione di tre giorni fa parlava di tre pacchi esplosivi spediti ''contro banche e banchieri, zecche e sanguisughe''. Tutti e tre i plichi sarebbero stati spediti mercoledi' scorso, 7 dicembre. Domani e' il giorno 'piu' caldo' perche' verra' distribuita, e aperta dai destinatari, la posta che si e' accumulata in queste giornate di ponte festivo. E' stata innalzata la vigilanza su banche, uffici postali e obiettivi sensibili riconducibili ad attivita' economiche. Massima allerta anche in caserme, questure e commissariati che potrebbero essere un bersaglio.