Pacco bomba spedito al presidente di Confindustria Brescia Giuseppe Pasini

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Settembre 2020 9:58 | Ultimo aggiornamento: 23 Settembre 2020 9:58
Pacco bomba spedito al presidente di Confindustria Brescia Giuseppe Pasini

Pacco bomba spedito al presidente di Confindustria Brescia Giuseppe Pasini (Foto Ansa)

Pacco bomba al presidente di Confindustria Brescia. Giuseppe Pasini messo sotto scorta. 

Un pacco bomba anonimo spedito nella giornata di martedì nella sede della Feralpi Group. Un pacco indirizzato al presidente dell’azienda siderurgica di Lonato del Garda, in provincia Brescia, e leader degli industriali bresciani, Giuseppe Pasini.

All’interno del pacco bomba spedito a Giuseppe Pasini c’erano un detonatore e della polvere da sparo. Un congegno rudimentale quindi, che probabilmente non sarebbe potuto scoppiare, stando alle prime indagini. La Prefettura ha messo sotto scorta Pasini.

A giugno la protezione fu invece nei confronti di Marco Bonometti, anche lui bresciano, e presidente di Confindustria Lombardia.

Il pacco è stato immediatamente sequestrato dalle forze dell’ordine, in cerca di indizi utili per risalire agli autori del gesto. Al vaglio degli inquirenti la possibilità di un collegamento tra il pacco bomba indirizzato a Pasini e quello consegnato nel giugno scorso a Marco Bonometti.

In quell’occasione dentro alla busta c’era un proiettile, accompagnato dalla firma dei fantomatici “Nuclei proletari lombardi”. Anche per Pasini, dunque, tiene banco l’ipotesi della cosiddetta “pista anarchica”. In via precauzionale, per il patron di Feralpi la Prefettura di Brescia ha disposto alcune misure di protezione: per qualche tempo girerà con la scorta.

Il commento della Cisl

“Un fatto grave ed inquietante il pacco bomba recapitato martedì sera al presidente di Confindustria di Brescia Giuseppe Pasini cui va la solidarietà della Cisl. Sono episodi da non sottovalutare in una fase difficile per il paese e per il mondo del lavoro dove occorre coesione, unità e senso di responsabilità comune”. Lo scrive su twitter la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan. (Fonte Ansa).