Paderno d’Adda (Lecco), impiegato suicida

Pubblicato il 5 Giugno 2012 23:43 | Ultimo aggiornamento: 6 Giugno 2012 0:02

LECCO, 5 GIU – Un impiegato di 47 anni originario della provincia di Sondrio e residente a Milano si e' ucciso gettandosi dall'altissimo ponte di Paderno d'Adda (Lecco), luogo tristemente noto per i numerosi gesti estremi messi in atto nel corso degli anni.

Una delle ipotesi al vaglio delle forze dell'ordine e' che l'uomo possa aver messo fine alla sua esistenza a causa della situazione in cui si trovava la ditta presso la quale lavorava, in provincia di Monza e Brianza. L'impresa era stata coinvolta da un'inchiesta penale.

L''impiegato ha raggiunto la sponda di Calusco d'Adda (Bergamo) ed e' salito sul ponte di Paderno. Vani i tentativi di soccorso da parte di alcuni automobilisti. L'uomo alla fine si e' lanciato nel vuoto. La salma, ora a disposizione dell'autorita' giudiziaria, e' stata ripescata dai Vigili del fuoco del comando provinciale di Lecco.