Padova. Assessore Lega cacciata perché affitta casa a 15 profughi africani

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Giugno 2015 9:18 | Ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2015 9:18
Padova. Assessore leghista cacciata perché affitta casa a 15 africani

Padova. Assessore leghista cacciata perché affitta casa a 15 africani

PADOVA – Assessore leghista cacciata perché affitta casa a 15 profughi africani. Il sindaco leghista di Selvazzano, comune vicino Padova, ha sospeso l’assessore Daniela Faggion perché ha affittato appartamenti di sua proprietà (a Padova) alla cooperativa Populus che vi ospita 15 profughi africani. Lo racconta lei stessa e il sindaco, Enoch Soranzo, conferma il ritiro delle deleghe.

Alice Ferretti sul Mattino di Padova ha raccolto la testimonianza dell’assessore: “Lunedì sera, prima della giunta, sono stata convocata dal sindaco che mi ha annunciato la mia sospensione dall’incarico di assessore. Quando sono arrivata ho visto gli altri assessori con dei musi lunghi come se avessi ucciso qualcuno, poi ho capito”. Due le motivazioni offerte dal sindaco: Faggion non aveva ancora rinnovato la tessera, Faggion ha affittato casa agli immigrati, cosa sgradita alla popolazione locale e alla giunta.

Da martedì 9 giugno, infatti, nella palazzina di via delle Cave 11 a Padova di proprietà dell’ex assessore all’Immigrazione di Selvazzano vivono 15 profughi africani arrivati da poco in città. Faggion ha, infatti, affittato tutti gli appartamenti del condominio alla cooperativa Populus, una delle tante a gestire l’emergenza profughi. Il fatto da subito ha scatenato perplessità e malumori tra i vicini e, in particolare, nel titolare dell’agenzia immobiliare che si trova al secondo piano del civico 11 e che ha manifestato la volontà di andarsene in seguito all’arrivo dei 15 africani. (Alice Ferretti, Il Mattino di Padova).