Padova: la Bmw dei tre ladri romeni era il deposito viaggiante della refurtiva

Pubblicato il 25 maggio 2010 7:52 | Ultimo aggiornamento: 27 maggio 2010 16:30

La polizia di Stato di Padova ha fermato tre romeni ritenuti responsabili di vari furti tra il Veneto, la Lombardia e la Toscana. Gli indagati erano a bordo di una Bmw con targa austriaca che era stata notata mentre si aggirava nella provincia euganea.

La polizia é intervenuta dopo la segnalazione di un tentativo di furto ad un edicolante: le “volanti” e la squadra mobile hanno bloccato la vettura che, ad un controllo, è risultata una sorta di deposito viaggiante di refurtiva.

L’autista del mezzo aveva negli slip due sacchetti pieni di monili in oro. Altra refurtiva, tra cui orologi di collezione e macchine fotografiche digitali, è stata trovata tra i sedili posteriori e nel bagagliaio.

Nel corso di un accertamento è stato scoperto che gli oggetti erano stati rubati tra Brescia, Montecatini e Firenze.

La polizia ha scoperto che i romeni, negli ultimi 10 giorni, avevano vagato tra Francia, Romania, Ungheria ed Italia a caccia di luoghi in cui effettuare i loro colpi.