Padova, “botte al campo estivo della parrocchia”: la denuncia dei ragazzini

di redazione Blitz
Pubblicato il 9 luglio 2018 11:42 | Ultimo aggiornamento: 9 luglio 2018 11:44
Padova, "botte al campo estivo della parrocchia": la denuncia dei ragazzini

Padova, “botte al campo estivo della parrocchia”: la denuncia dei ragazzini (Foto archivio Ansa)

PADOVA – Botte al campo estivo: è la denuncia lanciata dai genitori di un gruppo di ragazzini di Padova. Secondo quanto riportato dal Gazzettino, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] una trentina di ragazzini di prima e seconda media in vacanza con la parrocchia sarebbero stati presi a bastonate dagli animatori.

“Fin da subito gli animatori hanno applicato punizioni con metodi da caserma, ma poi sono arrivate addirittura le bastonate”, hanno raccontato al quotidiano veneto i genitori di tre dodicenni, che poi sono andati dal sacerdote organizzatore a chiedere spiegazioni.

Un ragazzino sarebbe anche stato visitato al pronto soccorso, da dove è stato dimesso con quattro giorni di prognosi per contusioni al dorso e alla gamba destra “dovute a un’aggressione da parte di un animatore”, secondo quanto sostiene il genitore.

Interpellato dal quotidiano il sacerdote ha parlato di “disguidi”, ma ha aggiunto: “Dire che sono stati applicati metodi da caserma e che i ragazzini sono stati maltrattati mi sembra proprio un’esagerazione”.

Diversa la versione dei ragazzini, una trentina in tutto, accompagnati da nove animatori sui 17 anni di età e da cinque adulti. “Fin dalla prima sera non hanno concesso i cellulari ai ragazzi per poter chiamare casa come punizione per non essersi comportati bene”, avrebbero raccontato.

E la situazione sarebbe degenerata, tanto che alcuni dei piccoli ospiti sarebbero stati “picchiati con bastoni e doghe di legno della rete del letto su gambe e schiena, nella loro stanza di notte. Un ragazzino avendo ricevuto una bastonata sulla schiena ha avuto difficoltà a respirare”.