Padova: dopo due anni di carcere mette a segno tre rapine negli hotel cittadini

Pubblicato il 16 Giugno 2010 8:51 | Ultimo aggiornamento: 16 Giugno 2010 8:51

Ha trascorso gli ultimi due anni della sua vita in una cella del carcere di Padova. Marouen Naggara, 28 anni, siciliano di origine maghrebina, non ci ha pensato due volte e appena scarcerato ha effettuato tre rapine nella città veneta.

Intorno alle 15 di domenica 13 giugno, ha bloccato un coppia davanti all’hotel Sant’Antonio. Con un coltello ha minacciato i due coniugi. Terrorizzati gli hanno consegnato quello che avevano in tasca: trenta euro. Non contento del colpo, intorno alle 19 è entrato armato nella reception dell’hotel Milano. Alcune inservienti sono scappate e lui ne ha approfittato per aprire il registratore di cassa e rubare i 200 euro contenuti all’interno.

Appena passate le 21 l’uomo ha deciso di organizzare la terza e ultima rapina. Con un taxi è andato all’hotel Biri. È entrato nella hall e ha minacciato con il coltello un dipendente. Ha preso anche questa volta 200 euro ed è ritornato a bordo del taxi. Il tassista ha però sentito suonare l’allarme dell’albergo e ha visto il giovane sanguinare alla gamba. L’ha fatto scendere dalla vettura e Naggara ha iniziato la sua fuga nel lungargine cittadino. Poco dopo, gli agenti della sezione “Volanti” lo hanno arrestato.