Padova: straniero vuole comprare il biglietto del treno ma il bigliettaio si rifiuta di contare le monetine

Pubblicato il 19 luglio 2010 9:56 | Ultimo aggiornamento: 19 luglio 2010 9:56

Un dipendente della biglietteria della stazione dei treni di Padova domenica mattina si è rifiutato di accettare 8 euro in monetine da uno straniero che doveva acquistare un biglietto ferroviario. «Io non ho tempo da perdere, se ne vada», ha ripetuto più volte di fronte allo sguardo allibito dell’extracomunitario di origini africane.

L’extracomunitario non riusciva a comprendere una simile reazione. Prima ha tentato di convincerlo spiegando che, in fondo, i soldi sono sempre soldi, anche se si tratta di monetine di piccolo taglio. Ma alla fine, quando si è reso conto che proprio non c’era verso di ragionare, lo straniero ha chiesto aiuto alle forze dell’ordine.

Una pattuglia è intervenuta in stazione, presentandosi alla biglietteria dove era nato il diverbio. Anche i tutori della sicurezza pubblica pensavano di trovarsi davanti ad una delle solite scene, con il personale esasperato della stazione che si trova ad avere a che fare con stranieri che non rispondono ad alcuna regola.

Ma non era così. Non stavolta. L’extracomunitario ha fatto vedere tutte le monetine, spiegando come il bigliettaio l’avesse respinto a più riprese. A questo punto la forza pubblica si è imposta, obbligando il dipendente della biglietteria a contare le monete una per una e a vendere il ticket ferroviario.