Padova/ Promettevano di “moltiplicare” le banconote mediante processi chimici. Quindici africani arrestati

Pubblicato il 15 Luglio 2009 10:15 | Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2009 10:15

Promettevano di “moltiplicare” il denaro attraverso procedimenti chimici. In arresto quindici cittadini africani a Padova con l’accusa di associazione per delinquere a carattere transazionale, truffa aggravata e falso documentale.  Dopo aver individuato la vittima, cercavano di convincerla di essere in grado di riprodurre banconote da 50, 100 e 500 euro. I truffatori facevano anche delle dimostrazioni pratiche, utilizzando dei fogli di carta messi a contatto con banconote vere e poi immersi in liquidi chimici.

Anche Striscia la notizia, in una delle sue puntate, aveva parlato di questa modalità di truffa dandone un notevole risalto mediatico. L’indagine, eseguita dalla Squadra Mobile di Padova, è l’epilogo di una serie di investigazioni svolte anche in altre regioni italiane dove il gruppo criminale operava.