Padovese. Lupi: “La salma trattata come un pacco postale”

Pubblicato il 12 Giugno 2010 14:43 | Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2010 14:55

Maurizio Lupi

La salma di monsignor Padovese sarebbe rientrata in Italia, secondo il vicepresidente della Camera Maurizio Lupi, “sbattuta su un aereo cargo quasi fosse un pacco postale”. Nessuno poi, prosegue l’esponente del Pdl sarebbe stato informato dell’arrivo della salma che così è transitata all’aeroporto di Malpensa nell’assoluta indifferenza”.

 “Si tratta di un episodio gravissimo – aggiunge – che offende la memoria del vescovo barbaramente trucidato in Turchia”. “Per questo – spiega – assieme ad oltre 30 colleghi parlamentari (tra gli altri Renato Farina, Antonio Palmieri, Raffaello Viagnali, Gabriele Toccafondi, Paolo Vella, Valentina Aprea, Barbara Saltamartini, Isidoro Gottardo e Beatrice Lorenzin), presenterò lunedì un’interrogazione per capire e chiarire cosa sia successo veramente”.