Padre Pio, la cerimonia di traslazione: trasferita l’urna con le reliquie

Pubblicato il 19 Aprile 2010 19:33 | Ultimo aggiornamento: 19 Aprile 2010 19:34

Le reliquie di Padre Pio arrivano nella cripta dorata nella chiesa a lui dedicata per la cerimonia di traslazione. L’urna con i resti del santo cappuccino di Petrelcina sostenuta da 12 frati, ha lasciato il santuario di Santa Maria delle Grazie, dov’è rimasta per 42 anni (dal 26 settembre 1968, giorno della tumulazione del frate con le stimmate). Poi è stata portata in processione in un nuova cripta al piano inferiore della sua chiesa.

Migliaia di fedeli hanno accolto con un lungo applauso l’arrivo dell’urna. «Anche oggi, venerando le reliquie del santo cappuccino, siamo spronati a imitarne le virtù cristiane, riconducibili ad un’unica grande strada: quella dell’amore, amore verso Dio e amore verso il prossimo», ha detto l’arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, mons.Michele Castoro, prendendo la parola nella chiesa superiore di san Pio.

«Padre Pio – ha sottolineato l’arcivescovo – attirava sulla via della santità con la sua stessa testimonianza, indicando con l’esempio il binario che ad essa conduce: la preghiera e la carità. Ce lo ha ricordato papa Benedetto XVI durante la sua visita pastorale a San Giovanni Rotondo».