Cronaca Italia

Sente le grida della vicina. Ezio Stucchi, pensionato coraggioso, la salva da stupro

pensionato-salva-vicina-stupro

Sente le grida della vicina. Ezio Stucchi, pensionato coraggioso, la salva da stupro

BRESCIA – Si era già sfilato i pantaloni prima di aggredirla alle spalle e trascinarla a terra. Provvidenziale è stato l’intervento di Ezio Stucchi, coraggioso pensionato di 80 anni, che richiamato dalle grida della donna è corso a salvarla. Il tentato stupro a Palazzolo sull’Oglio in provincia di Brescia.

La donna stava rientrato nella sua abitazione, in via Dalla Chiesa, dopo la solita corsetta mattutina. Si è fermata al cancello per riprendere fiato e senza badare all’uomo, un pakistano di 28 anni che stava distribuendo volantini al vicinato. In un lampo l’uomo si è calato i pantaloni e l’ha assalita alle spalle.

In quegli istanti di terrore Ezio Stucchi era nel suo orto. Giancarlo Chiari su Brescia Oggi ricostruisce il seguito:

 

Senza indugi il pensionato è uscito dal cancello e ha percorso di corsa via Toti e via Vedra e prima di arrivare in via Dalla Chiesa ha incrociato un automobilista che lo ha spalleggiato nel tentativo di strappare la casalinga, dolorante e in preda allo shock, dalle mani del ventottenne.

La 55enne è stata aiutata a rialzarsi e a ricomporsi da Stucchi e dall’automobilista, poi raggiunti da un vicino, mentre un altro residente chiamava al cellulare il comandante dei carabinieri di Palazzolo, che pur fuori servizio, ha inviato la pattuglia.

Nel parcheggio delle villette di via Dalla Chiesa un gruppo di vicini di casa ha sorvegliato l’immigrato fino all’arrivo della pattuglia, che ha dovuto anche trattenere il compagno della vittima del tentato stupro che cercava di aggredire il pakistano.

Il responsabile della violenza è stato arrestato, mentre la casalinga è stata trasferita in via precauzionale all’ospedale di Chiari. Nel pomeriggio, dopo una seconda visita, i medici del «Mellino Mellini», che hanno emesso una prognosi di 7 giorni, hanno deciso di trattenerla in via precauzionale fino a oggi.

To Top