Palagonia, che fine ha fatto Gaetano Fagone? L’uomo che ha falciato i vicini con l’auto è in fuga da 4 giorni

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 Settembre 2018 12:40 | Ultimo aggiornamento: 3 Settembre 2018 15:00
Palagonia, che fine ha fatto Gaetano Fagone? L'uomo che ha falciato i vicini con l'auto è in fuga da 4 giorni

Palagonia, che fine ha fatto Gaetano Fagone? L’uomo che ha falciato i vicini con l’auto è in fuga da 4 giorni

CATANIA – Che fine ha fatto Gaetano Fagone? Da quattro giorni prosegue senza sosta la caccia dell’uomo in fuga da venerdì notte dopo che aveva falciato con l’auto i vicini di casa a Palagonia e averne uccisa una, Maria Napoli, di 87 anni. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

Le attività di ricerca si sono concentrate nella zona periferica del paese e si sono estese fino al confine con Militello Val di Catania. In azione ci sono due gruppi di carabinieri dei Cacciatori Sicilia, cani molecolari e militari dell’Arma che presidiano i punti di accesso del centro cittadino. Ma di Fagone, 52 anni e con disturbi psichici, nessuna traccia.

In contrada Tre Fontane, l’uomo ha abbandonato la Fiat Punto grigia utilizzata per travolgere i vicini: lo ha fatto più volte, facendo retromarcia, per vendicarsi di antichi rancori, prima di fuggire. Dopo aver lasciato l’auto ha proseguito a piedi tra la vegetazione. Al momento gli investigatori escludono che l’uomo possa avere compiuto un gesto estremo, ma ritengono abbia trovato un nascondiglio.

A Palagonia, 16 mila abitanti su una collina coltivata ad agrumi, la gente è ancora incredula. In via Savona porte e finestre sono sbarrate; in tutto il paese prevale lo sbigottimento e il dolore. Tra i sette feriti coinvolti nella tentata strage, c’è una donna di 60 anni che ha la rotula rotta; altri hanno prevalentemente contusioni. Dimessa Daniela Malgioglio, la mamma di Samuele, 9 mesi. Il piccolo invece è ancora sotto osservazione per il trauma cranico riportato mentre l’assassino tentava di centrare il girello sul quale era seduto.