Palermo. 40 kg hashish in auto: arrestati militare e vice presidente antiracket

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Giugno 2013 19:34 | Ultimo aggiornamento: 13 Giugno 2013 19:35
Palermo. 40 kg hashish in auto: arrestati militare e vice presidente antiracket

Palermo. 40 kg hashish in auto: arrestati militare e vice presidente antiracket

PALERMO – Trasportavano nella propria auto circa 40 kg di hashish per un valore complessivo di 400 mila euro. Una telefonata anonima ha avvisato la polizia che nell’auto alla rotonda di via Oreto, a Palermo, avrebbero trovato la droga. Nell’auto due persone insospettabili: il sottufficiale dell’Esercito italiano Giuseppe Bonvissuto, 38 anni, e la vice presidente di un associazione anti racket, Matronella Monaco, 44 anni. I due sono stati arrestati con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

LA TELEFONATA – La vicenda inizia quando una chiamata anonima indica agli agenti quale vettura fermare all’uscita dell’autostrada della rotonda di Via Oreto. Un “anonimo napoletano” spiega di guardare nei pannelli laterali della porte posteriore del telaio. Lì la polizia troverà la droga. E il corriere che la trasporta, avvisa ancora, sarà “una specie di collega”.

LA PERQUISIZIONE –  Gli agenti seguono le indicazioni, fermano l’auto e la perquisiscono. Al suo interno trovano 40 chilogrammi di hashish di elevato principio attivo, confezionata in vari involucri sigillati con nastro adesivo, per un valore di vendita di oltre 400 mila euro.

GLI INSOSPETTABILI – A stupire nella vicenda è l’identità dei corrieri della droga. Un uomo e una donna, entrambi incensurati. Bonvissuto, quello che l’anonimo definiva “una specie di collega”, è un sottufficiale dell’esercito italiano. La Monaco, nata a Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta, è la vice presidente dell’associazione antiracket ”S. Maria per la Legalità”. I due sono finiti agli arresti con l’accusa di spaccio di stupefacenti.