Palermo, benzinaio Nicola Lombardo muore in tentata rapina. Pista mafiosa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Giugno 2015 10:36 | Ultimo aggiornamento: 21 Giugno 2015 10:40
Palermo, benzinaio Nicola Lombardo muore in tentata rapina. Pista mafiosa

(Foto d’archivio)

PALERMO – Rapina finita nel sangue in piazza Lolli, a Palermo. Un benzinaio, Nicola Lombardo, è rimasto ferito gravemente all’addome ed è morto poco dopo il ricovero in ospedale. Il rapinatore ha sparato più volte poi è fuggito a bordo di una Fiat Punto scura.

Lombardo, 44 anni, raggiunto da un colpo di pistola all’addome, era stato ricoverato all’Ospedale Civico dove è deceduto dopo essere stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.

Sono in corso indagini della per identificare i due autori del raid, fuggiti a bordo di una Fiat Punto. Gli investigatori della squadra mobile di Palermo stanno vagliando anche altre ipotesi alternative a quella della rapina. Il distributore di benzina è infatti di proprietà di Salvatore Nangano, fratello di Francesco, ucciso nel febbraio nel 2013 da due killer, in un agguato di stampo mafioso. Alla luce di questo episodio gli investigatori non escludono la pista mafiosa.