Nubifragio Palermo, poliziotto che salvò i cittadini bloccati nelle auto riceve l’encomio da Bagheria

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Luglio 2020 12:36 | Ultimo aggiornamento: 31 Luglio 2020 12:36
Palermo, encomio per il poliziotto che salvò i cittadini dopo il nubifragio

Nubifragio Palermo, poliziotto che salvò i cittadini bloccati nelle auto riceve l’encomio da Bagheria (foto ANSA)

Il poliziotto che ha salvato alcuni cittadini rimasti bloccati in auto nel nubifragio che colpì Palermo, ha ricevuto l’encomio da parte della città di Bagheria.

Il poliziotto fu immortalato nella foto-simbolo del nubifragio che colpì Palermo, mentre rompeva i finestrini di un’auto affondata nella melma e salvava la coppia a bordo dall’annegamento. “Non sono un eroe, ho solo fatto il mio dovere per intervenire al più presto”, ha ripetuto l’agente.

Alessio Patricolo, poliziotto, il 15 luglio non ha avuto un attimo di esitazione e a nuoto ha raggiunto i mezzi travolti dall’alluvione a Palermo, in viale Regione Siciliana. Un gesto che ha permesso di mettere in salvo numerosi cittadini, tra i quali una coppia che si trovava all’interno di un’auto.

“Per primo abbiamo salvato una coppia che abbiamo tirato fuori dalla macchina dopo avere infranto il vetro, dato che l’acqua era già abbastanza alta e non consentiva l’apertura delle portiere. Fondamentalmente non ci siamo focalizzati sulla coppia salvata o sulla persona salvata perché con tutta la gente che chiedeva aiuto non potevamo fermarci sulla singola persona, ma avevamo necessità anche noi stessi di dare ascolto alle richieste che facevano anche le altre persone”, disse l’agente a Repubblica.

Ora il riconoscimento da parte del Comune di Bagheria, cittadina di cui è originario. Il sindaco Filippo Tripoli lo ha premiato con un encomio. “Per essere intervenuto, con generoso slancio e cosciente sprezzo del pericolo – si legge sulla pergamena – in soccorso di quanti sono stati sorpresi dalla “bomba d’acqua” che si è abbattuta su Palermo il 15 luglio 2020, salvando più cittadini palermitani colti dal nubifragio”. (fonte LIVE SICILIA)