Palermo, incidente sulla provinciale 38: due minorenni morti. Arrestato l’autista: aveva bevuto e fumato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Ottobre 2019 15:26 | Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre 2019 15:26
Palermo, incidente sulla provinciale 38: due minorenni morti. Arrestato l'autista: aveva bevuto e fumato

Una moto e una gazzella dei carabinieri (foto ANSA)

PALERMO – Avevano trascorso una serata in centro a Palermo i cinque ragazzi di Belmonte Mezzagno (Pa) vittime la notte scorsa di un tragico incidente lungo la strada provinciale 38 che collega il paese al capoluogo siciliano, costato la vita a due due loro, Giorgio Casella di 17 anni e Kevin Vincenzo La Ciura di 16 anni; gli altri tre, anche loro giovanissimi, sono ricoverati in ospedale a Palermo in gravissime condizioni. L’auto sulla quale viaggiavamo, una Bmw 2000, è finita contro un albero di ulivo che è stato sradicato. La corsa è poi proseguita su terrapieno ed è finita contro altri alberi. A causa della violenza dell’impatto l’auto è andata a fuoco.

È stato arrestato l’autista della Bmw Rosario Musso di 20 anni. Gli esami hanno accertato che Musso aveva un tasso alcolemico di 105 microgrammi per litro. Il limite è 50. Musso aveva anche fumato cannabis.

Quando è avvenuto l’incidente erano le quattro di notte; alcuni residenti che hanno sentito il boato provocato dall’incendio sono scesi a liberare i giovani rimasti intrappolati nell’abitacolo. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco e i sanitari del 118.

I carabinieri della compagnia di Misilmeri stanno eseguendo tutti i rilievi per accertare la dinamica dell’incidente e le responsabilità. Il guidatore, che ha circa 20 anni ed è un neo patentato, non avrebbe potuto guidare un’auto di quella cilindrata. Il giovane, che sarà sottoposto anche agli esami tossicologici e all’alcool test per accertare se avesse bevuto o assunto droghe, rischia di essere indagato per omicidio stradale. Scartata al momento l’ipotesi che a provocare l’incidente sia stato un pirata della strada che ha intralciato il percorso; in base ai primi rilievi l’auto sarebbe uscita di strada dopo avere sbandato forse a causa della forte velocità.

Sul luogo dell’incidente scene strazianti, con il dolore dei familiari che sono stati anche ascoltati dai carabinieri. L’incidente presenta numerose analogie con quello avvenuto una settimana fa a Belpasso, in provincia di Catania, costato la vita a quattro ragazzi.

Fonte: ANSA