Palermo, incinta e in coma per il coronavirus: medici fanno nascere la sua bimba

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Giugno 2020 16:50 | Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2020 16:50
Palermo, incinta e in coma per il coronavirus: medici fanno nascere la sua bimba

Palermo, incinta e in coma per il coronavirus: medici fanno nascere la sua bimba (foto ANSA)

PALERMO – Ricoverata in Terapia intensiva all’ospedale Cervello di Palermo, perché positiva al coronavirus, oggi, 11 giugno, alla trentesima settimana di gestazione, le è stato praticato il cesareo.

Un caso eccezionale perché legato a una paziente positiva in coma farmacologico.

La bimba pesa 1,4 chili e al primo tampone è risultata negativa.

L’aggravamento delle condizioni respiratorie della madre – le cui condizioni restano critiche – hanno imposto l’intervento.

Lo scorso 27 maggio erano arrivate in ospedale due sacche di plasma iperimmune, con un volo di Stato, dall’azienda ospedaliera di Pavia.

Con quel carico prezioso si trattava di salvare la vita della 34enne, ricoverata in gravissime condizioni a Palermo dopo essere rientrata da Londra nei giorni precedenti e risultata poi positiva al Covid-19.

La donna originaria del Bangladesh, ma residente a Palermo, era tornata dalla capitale inglese facendo scalo a Roma.

Affetta da una grave polmonite bilaterale interstiziale, era stata subito intubata e sedata.

Per salvarla, nei giorni scorsi le sono anche state somministrate alcune sacche di plasma iperimmune giunte dall’ospedale di Pavia.

Le sacche sono arrivate all’aeroporto Falcone-Borsellino con un volo di Stato e sono state prelevate dal personale del 118.

I sanitari scortati dalla polizia le hanno consegnate ai medici del Cervello. (fonte PALERMO TODAY, AGI)