Palermo, travolge e uccide mamma e figlia: fermato, era senza patente e assicurazione

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 maggio 2018 16:00 | Ultimo aggiornamento: 12 maggio 2018 16:01
Palermo, mamma e figlia travolte e uccise da un pirata della strada

Palermo, mamma e figlia travolte e uccise da un pirata della strada (Foto d’archivio)

PALERMO – Tragedia in strada a Palermo, dove una mamma e una figlia sono state travolte e uccise nella notte tra venerdì e sabato. Le vittime sono Anna Maria La Mantia, 63 anni, e la figlia, Angela Merenda, di 43 anni.

Una Fiat Punto in via Fichidindia, nella periferia est della città, le ha investite mentre stavano attraversando la strada. La madre è morta sul colpo, la figlia all’ospedale Civico dove era stata portata d’urgenza dai sanitari del 118. Il pirata della strada, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui, Ladyblitz – Apps on Google Play] che è fuggito dopo l’investimento è stato fermato, si chiama Emanuele Pelli, 35 anni, pregiudicato.

Madre e figlia erano da poco uscite da una funzione evangelica nella zona di via Fichidindia, quando la Fiat Punto le ha travolte in pieno. Uno dei familiari delle vittime ha inseguito la vettura che fuggiva e ha preso il numero di targa.

Nell’abitazione del pirata della strada sono in corso i rilievi dei carabinieri del radiomobile; è stato fermato al Villaggio Santa Rosalia e sottoposto all’alcol e droga test all’ospedale Civico. Quando è stato fermato non ha opposto resistenza. “Sapeva di essere ricercato”, dicono gli investigatori. Secondo gli accertamenti il 35enne, sposato e padre di due figli, era senza patente e senza l’assicurazione dell’auto. E’ accusato di duplice omicidio stradale.