Palermo: si fa curare da un medico abusivo, morto dopo 3 mesi di coma

Pubblicato il 30 Dicembre 2010 10:33 | Ultimo aggiornamento: 30 Dicembre 2010 10:35

Un uomo che era sottoposto a cure da parte di un medico privo di qualsiasi titolo è morto nell’ospedale Civico di Palermo dopo tre mesi di agonia. La vittima, Giuseppe Di Bianca, 73 anni, di Campofelice di Roccella, era entrato in coma dopo una seduta in uno studio ”abusivo” di San Nicola l’Arena.

La vicenda, ricostruita dal Giornale di Sicilia, scaturisce da un’indagine avviata nel maggio scorso dai carabinieri del Nas che aveva portato alla scoperta di un falso medico, V.D.M., 65 anni, che in realtà era un rappresentante di abbigliamento con precedenti penali. L’uomo è stato denunciato per esercizio abusivo della professione, lesioni; adesso potrebbe anche rispondere di omicidio colposo.

Secondo gli inquirenti, oltre a non essere in possesso di alcun titolo di studio per l’esercizio della professione sanitaria, aveva allestito nel proprio appartamento uno studio abusivo, attrezzandolo con apparecchiature e dispositivi medici. I carabinieri del Nas, coordinati dal capitano Francesco Geraci, hanno appurato che esiste un medico di trent’anni con lo stesso nome del rappresentante d’abbigliamento, al quale l’anziano paziente si era rivolto per curare alcune patologie. I militari hanno inoltre sequestrato attrezzature mediche per un valore complessivo di 500 mila euro.