Palermo. E’ morto dopo 7 giorni di agonia il bimbo ustionato dal semolino bollente

Pubblicato il 17 agosto 2010 10:16 | Ultimo aggiornamento: 17 agosto 2010 14:55

E’ morto dopo sette giorni di agonia un bimbo di otto mesi rimasto ustionato a Castelvetrano dopo essersi versato sul corpo una pentola con semolino bollente. I funerali saranno celebrati oggi nella chiesa dei Cappuccini nel comune del trapanese.

Nonostante le cure ricevute nel centro grandi ustioni dell’ospedale Civico di Palermo il piccolo Anthony Bonanno non ce l’ha fatta. L’incidente è accaduto il 9 agosto scorso, come scrive il Giornale di Sicilia. La madre del bambino, Rosalia Milazzo, casalinga, aveva preparato il semolino e posato la pentola sulla tavola.

Il piccolo che era nel girello ha tirato la tovaglia e la pietanza bollente gli è caduta addosso procurandogli varie ustioni in tutto il corpo. Il bimbo è stato trasportato in ospedale. Ma viste le gravi condizioni è stato poi spostato nel centro grandi ustioni a Palermo. Le indagini sono state condotte dalla polizia. Il magistrato lunedì 16 agosto ha disposto la consegna del cadavere del bambino ai genitori. Il padre, Angelo, fa il meccanico.