Palermo, prendeva il reddito di cittadinanza ma era contrabbandiere: doppia segnalazione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Dicembre 2019 11:14 | Ultimo aggiornamento: 13 Dicembre 2019 11:15
Palermo, contrabbandava sigarette e prendeva reddito di cittadinanza

Foto archivio ANSA

ROMA – Prendeva il reddito di cittadinanza, ma “lavorava” come contrabbandiere di sigarette. Un 40enne a Parlermo è stato segnalato dalla Guardia di Finanza dopo che gli sono stati sequestrati 1.6 chili di sigarette, equivalente di 8 stecche. Ora rischia una multa dai monopoli di Stato e che l’Inps gli revochi il reddito, oltre a potergli anche chiedere indietro quello già erogato. 

Questo è solo l’ultimo caso di persone che hanno avuto accesso al reddito di cittadinanza e che dopo i controlli si sono rivelati non idonei. Tra questi anche un 60enne di Livorno che percepiva il sussidio, ma lavorava a nero come fattorino facendo consegne a domicilio per un ristorante. Per il livornese è scattata la decadenza del beneficio e l’obbligo di restituzione dei 3750 euro già riscossi.

Poi il caso di Palermo, dove gli uomini della Finanza hanno scoperto che l’uomo che prendeva il sussidio contrabbandava sigarette. Il bottino gli è stato sequestrato e per lui è scattata anche una multa, dopo la segnalazione all’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato. La Finanza ha segnalato all’Inps l’accaduto, che ora dovrà decidere se interrompere l’erogazione del reddito di cittadinanza ed eventualmente chiedere che venga restituito quanto versato. (Fonte Today)