Palermo, Sara fu abbandonata neonata col Covid: ora la madre naturale (scappata in Romania) la rivuole

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 4 Novembre 2021 13:53 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2021 13:53
Palermo, Sara fu abbandonata neonata col Covid: ora la madre naturale (scappata in Romania) la rivuole

Palermo, Sara fu abbandonata neonata col Covid: ora la madre naturale (scappata in Romania) la rivuole (Foto d’archivio Ansa)

Ricordate la piccola Sara di Palermo? Fu uno dei simboli della pandemia Covid. Fu abbandonata praticamente neonata all’ospedale di Palermo. Risultò positiva ma guarì. Poi una famiglia si occupò di lei, prendendola in affido. Sua madre, di origine rom, era fuggita in Romania per andare dalla sorella.

Solo che oggi, che la bambina ha un anno e 4 mesi, la madre la rivuole. Ed è pronta a dare battaglia legale a chi è pronto ad occuparsi di lei.

Sara, abbandonata neonata (e col Covid) a Palermo

Era ottobre 2020 quando la piccola Sara risultò positiva al Covid. La madre la abbandonò nell’Ospedale dei Bambini di Palermo, e lì rimase fino alla sua guarigione. Ora la piccola, che oggi ha un anno e 4 mesi, ha finalmente trovato una famiglia che l’ha presa in affido. Ma la madre naturale si oppone, ora la rivorrebbe con sé. Come se Sara fosse un pacco o una valigia lasciata a deposito per poi essere ripresa con tutta calma.

La madre di Sara era tornata in Romania

A raccontare la vicenda è la Repubblica, edizione Palermo. Nell’ottobre 2020, la madre naturale, una donna rom, aveva deciso di lasciare Sara a una zia per ritornare in Romania perché era morta la sorella. Quando i medici la contattarono, lei rispose che non poteva tornare in Italia. La zia disse che non voleva saperne nulla, “consegnando” la piccola prima ai medici, poi alle assistenti di una comunità per minori. 

Il tribunale fu sommerso dalle richieste di affido da parte delle famiglie palermitane. Finché una di loro ottenne la possibilità di crescere la bambina. Ora però la mamma biologica ha fatto opposizione alla decisione del giudice monocratico. Saranno i giudici della Corte d’Appello a decidere se Sara resterà nella sua nuova famiglia o se ritornerà da sua madre.  

“Non volevo abbandonare la mia bambina – aveva dichiarato la donna al quotidiano Repubblica qualche mese fa – l’avevo affidata a mia cognata per volare in Romania da mia sorella che stava morendo. Ma la rivoglio, è mia figlia”. La donna è stata arrestata, insieme alla cognata, per abbandono di minori.