Palermo, scoperto macello-lager: una capra sgozzata per una festa islamica

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 agosto 2018 12:47 | Ultimo aggiornamento: 28 agosto 2018 13:31
palermo macello

Palermo, scoperto macello-lager: una capra sgozzata per una festa islamica

PALERMO – Un blitz della polizia di Stato ha portato alla luce un centro di macellazione clandestina a Palermo. Una zona recintata, in pessime condizioni strutturali ed igienico sanitarie, all’interno della quale gli animali venivano mantenuti in gabbia. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Al momento dell’operazione, gli uomini delle forze dell’ordine hanno trovato 5 pecore, 3 suini, 40 galline, un cavallo ed una mucca.

Il macello clandestino si trovava in una vasta area rurale di via Maria Messina, a pochi passi dal quartiere di “Falsomiele”. I poliziotti hanno individuato la recinzione della struttura. E, dopo un sopralluogo, hanno appurato la macellazione, già parzialmente avvenuta, di una capra. L’animale, un esemplare raro di capra girgentana, era stato quasi del tutto sezionato e le varie parti poste in un contenitore infestato da insetti. Durante il blitz, nella struttura clandestina era presente un pregiudicato palermitano 43enne. Ad affiancare il palermitano, come “spettatori” del macabro evento, anche tre cittadini extracomunitari, di origine ghanese, cui il palermitano avrebbe dovuto regalare la capra sgozzata, sviscerata e prima ancora affumicata, in previsione della festa islamica del sacrificio.

Sia l’area di circa 1000 metri quadrati, che gli animali ed il materiale presenti sono stati posti sotto sequestro. Il titolare del macello clandestino è stato invece denunciato all’autorità giudiziaria per l’inosservanza sulla corretta identificazione degli animali, carenze igienico-sanitarie ed irregolarità dei criteri di protezione negli allevamenti.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev