Palermo: studenti contro Equitalia bruciano le cartelle esattoriali

Pubblicato il 4 Novembre 2011 14:23 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2011 14:23

PALERMO – Cartelle esattoriali bruciate e cartelloni di protesta: a Palermo studenti in piazza contro Equitalia. “Serit Equitalia: strozzini”. “Per il diritto all’insolvenza”. Questi alcuni degli striscioni esposti da un gruppo di giovani, una cinquantina fra medi e universitari, riunitisi davanti la sede della Serit-Equitalia, la società di riscossione dei tributi, in via Enrico Albanese.

Gli uffici sono stati chiusi, molti passanti hanno invece applaudito l’iniziativa. Gli studenti hanno quindi dato fuoco ad alcune cartelle esattoriali. Il blitz rientra in quello che gli studenti definiscono “percorso di avvicinamento al Blocchiamo tutto Day”, primo esperimento di sciopero metropolitano in programma il 17 novembre a Palermo.