Palermo, terzo sub morto al largo della costa in 2 settimane: forse legato alla droga

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Gennaio 2020 16:46 | Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2020 16:46
Palermo, terzo sub morto in Sicilia: giallo sul carico di droga

Foto archivio ANSA

PALERMO – Il corpo di un terzo sub è stato trovato nella provincia di Palermo. Il corpo è stato rinvenuto in contrada Ginestra a Termini Imerese, a circa 60 chilometri dalla zona tra Cefalù e Castel di Tusa dove erano stati trovati altri due sub morti oltre che un carico di droga.

Sulla vicenda stanno indagando cinque procure: Agrigento, Trapani, Termini Imerese, Patti e Messina, nei cui territori sono stati effettuati i ritrovamenti di droga. Le morti potrebbero essere collegate con alcuni carichi di hashish trovati in diverse spiagge dell’isola e con gli altri due sub morti: uno a Cefalù il 31 dicembre e l’altro l’8 gennaio a Castel di Tusa.

Il procuratore di Patti ha dichiarato al Corriere della Sera: “Non è escluso che quei due uomini possano esser vittime di un naufragio causato dal vento di maestrale che nei giorni in cui sarebbero morti ha colpito le nostre coste; ma l’altra ipotesi è che siano caduti in acqua da una imbarcazione in difficoltà, che trasportava droga, e che anche la droga stessa ritrovata poi in tre diverse spiagge sia finita in mare. Ovviamente stiamo parlando di ipotesi tutte da verificare”. (Fonte ANSA e Corriere della Sera)