Palermo, tunisino strangola la moglie e chiama la polizia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 aprile 2019 12:33 | Ultimo aggiornamento: 17 aprile 2019 12:37
Palermo, tunisino strangola la moglie e chiama la polizia (foto d'archivio Ansa)

Palermo, tunisino strangola la moglie e chiama la polizia (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Strangola la compagna e poi chiama la polizia. Un uomo, un cittadino tunisino, ha strangolato la sua compagna, una donna italiana, e subito dopo ha chiamato la polizia per costituirsi.

L’omicidio è avvenuto a Palermo nell’abitazione della coppia, in via Antonino Pecoraro Lombardo, nel quartiere Zisa. Sul posto sono intervenute le pattuglie della polizia.

 La vittima è una donna di 53 anni, Elvira Bruno. L’assassino è il marito, Moncef Naili, di 54 anni, un cittadino di origini tunisine che vive da diversi anni a Palermo dove fa il cuoco; la coppia ha due figlie. L’uomo si trova in questo momento in Questura dove viene interrogato. Le indagini sono condotte dagli investigatori della squadra mobile che stanno compiendo i rilievi del caso nell’appartamento dove è avvenuto l’omicidio. Fonte: Ansa.