Pamela Mastropietro, la madre: “Innocent Oseghale? Ci penseranno i carcerati. Lo diano a loro”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 febbraio 2018 15:33 | Ultimo aggiornamento: 5 febbraio 2018 15:48
Pamela Mastropietro

Pamela Mastropietro

ROMA – “Innocent Oseghale? Ci penseranno i carcerati. Lo diano a loro” dice Alessandra Verni, la madre di Pamela Mastropietro, la 18enne uccisa e fatta a pezzi a Macerata. “Innocent Oseghale (il nigeriano fermato per l’omicidio, ndr) da mamma non lo perdono, non è umano quello che ha fatto. Mia figlia non doveva finire così. Mi aspetto – dice la mamma di Pamela a TgCom – che lo Stato faccia giustizia. Spero che un eventuale complice venga preso al più presto. Si poteva evitare: con il permesso di soggiorno scaduto che faceva uno così in Italia? Pamela era stupenda, era solare, dolce, simpatica, aiutava tutti”.

Intervistata dal Messaggero, la mamma di Pamela è stata anche più dura: “Lo diano ai carcerati, non lo mettano in una cella in isolamento. So che c’è una legge dei carcerati. Se lo lasciano libero, spero che non accada, ci sarò io ad aspettarlo. Io vorrei Innocent, vorrei solo avere Innocent tra le mani”.

“Ora spero nella giustizia, io ci spero davvero in una risposta forte da parte dello Stato italiano. Che gliela facciano pagare, non esiste, non può esistere un orrore così, non se la merita nessuno una morte del genere, mia figlia ha subito delle atrocità”.

E su Luca Traini: 

“Ripeto non sono loro gli assassini di mia figlia, si dovrebbero concentrare di più su chi ha compiuto questo feroce omicidio, ma da mamma ferita a morte capisco bene la rabbia di questo ragazzo che è andato in giro per Macerata a far fuoco”.