Pamela Mastropietro: la salma è partita per Roma. La madre esce dall’obitorio col cuscino di fiori di Luca Traini

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 maggio 2018 17:05 | Ultimo aggiornamento: 5 maggio 2018 0:26
Pamela Mastropietro: la salma è partita per Roma. La madre porta il cuscino di fiori di Luca Traini

Pamela Mastropietro: la salma è partita per Roma. La madre porta il cuscino di fiori di Luca Traini

MACERATA – La salma di Pamela Mastropietro, uccisa e fatta a pezzi il 30 gennaio scorso a Macerata, è partita alla volta di Roma, dove domani sabato 5 maggio, saranno celebrati i funerali. I resti della diciottenne sono stati ricomposti in una bara bianca che ha lasciato l’obitorio di Macerata, seguita dal corteo di familiari. Subito dietro è apparsa Alessandra Verni, la mamma di Pamela, che portava in braccio un cuscino di fiori, omaggio di Luca Traini, l’autore del raid contro gli immigrati per vendicare la morte orribile di Pamela.

Oltre 100 persone si sono raccolte davanti all’obitorio di Macerata, al cui interno erano stati ammessi solo i familiari: oltre alla mamma, Alessandra Verni, c’erano lo zio Marco Valerio Verni e la nonna di Pamela. Ad attenderli c’era anche il sindaco Romano Carancini, che ha abbracciato la mamma di Pamela: hanno parlato per circa 20 minuti. Il primo cittadino non ha rivelato i particolari del colloquio, che, ha sottolineato, è stato “privato”.

App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui

Ladyblitz – Apps on Google Play

Il carro funebre dell’agenzia La Cortese di Roma è partito stamane, scortato da un’automobile dei carabinieri di Macerata. In precedenza il vescovo di Macerata mons. Nazzareno Marconi aveva benedetto la salma e si era intrattenuto con i familiari. Per un ultimo saluto si è avvicinato anche il tassista peruviano che aveva accompagnato in auto Pamela dalla stazione ferroviaria ai giardini Diaz, dove poi avrebbe incontrato Innocent Oseghale, lo spacciatore nigeriano accusato di averla uccisa, insieme ad altri tre connazionali. Stando a quanto si appreso, l’uomo sarebbe stato costantemente in contatto con la famiglia in tutti questi mesi.

Clicca Qui per guardare foto e video del Resto del Carlino.