“Paolo Berlusconi e Romani indagati a Monza per istigazione alla corruzione”

Pubblicato il 23 Maggio 2012 15:43 | Ultimo aggiornamento: 23 Maggio 2012 15:44

ROMA – Secondo il Corriere della Sera Paolo Berlusconi e Paolo Romani sarebbero indagati dalla Procura di Monza per istigazione alla corruzione in merito alla vicenda urbanistica della Cascinazza, un’area agricola da 50 ettari di proprietà della famiglia Berlusconi dal 1980 al 2008. Secondo l’accusa Berlusconi e Romani (assessore a Monza dal 2007) avrebbero fatto pressioni indebite su alcuni consiglieri comunali di Monza per far passare la variante del Pgt (Piano di governo del territorio) in Consiglio.

Sempre secondo ‘Il Corriere della Sera’, il fascicolo sarebbe stato aperto come atto dovuto a seguito di un esposto presentato dell’ex sindaco di centrosinistra e consigliere comunale, Michele Faglia, a giugno 2011, quando nel Consiglio comunale di Monza si avviò la discussione sul nuovo Pgt dell’ex maggioranza. Paolo Berlusconi, scrive il ‘Corriere della Sera’, intendeva trasformare la Cascinazza in un quartiere residenziale, da battezzare “Milano 4”, ispirandosi alle edificazioni del fratello Silvio a “Milano 2”. Il progetto fu poi bloccato dal dissenso interno al Popolo della libertà e dei contrasti con la Lega Nord.