Paolo Gargantini, ex assessore Monza, si uccide con colpo di pistola alla tempia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Maggio 2015 12:51 | Ultimo aggiornamento: 18 Maggio 2015 12:51
Paolo Gargantini, ex assessore Monza, si uccide con colpo di pistola alla tempia

Paolo Gargantini, ex assessore Monza, si uccide con colpo di pistola alla tempia

MILANO – Si è ucciso sparandosi un colpo di pistola alla tempia. E’ morto così Paolo Gargantini, 50 anni, ex assessore del Comune di Monza.  Gargantini si è tolto la vita  attorno alle 10 del mattino di lunedì 18 maggio nel suo ufficio di via Napo Torriani 30.

Ex imprenditore ed ex assessore al Commercio a Monza nella giunta guidata da Marco Mariani, Gargantini era proprietario di diversi immobili a Cernusco ma secondo i primi riscontri dei carabinieri si sarebbe ucciso forse proprio per problemi finanziari. Al momento, in ogni caso, sulle motivazioni del tragico gesto, e su quanto accaduto davvero lunedì mattina in quell’ufficio i carabinieri mantengono il più stretto riserbo.