Paolo Giombetti spaccia droga: “Diventato pusher dopo licenziamento e alluvione”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Marzo 2015 15:29 | Ultimo aggiornamento: 20 Marzo 2015 15:29
Paolo Giombetti spaccia droga: "Diventato pusher dopo licenziamento e alluvione"

Paolo Giombetti spaccia droga: “Diventato pusher dopo licenziamento e alluvione”

ANCONA – Paolo Giombetti è stato arrestato dalla polizia mentre spacciava eroina in via Astagno, nel centro di Ancona. L’uomo, 57 anni, ha raccontato di essere diventato un pusher dopo essere stato licenziato e dopo l‘alluvione di maggio a Senigallia. Rimasto senza lavoro, Giombetti ha spiegato al giudice di aver spacciato droga per racimolare soldi e pagare debiti.

Il Mattino spiega che il giudice ha convalidato l’arresto e rimesso in libertà Giombetti, ma con l’obbligo di firma:

“L’uomo dovrà però ottemperare all’obbligo di firma in Questura fino al giorno del processo fissato per il 21 aprile. Il 57enne, ex grafico pubblicitario, si è giustificato dicendo di aver avuto bisogno di denaro per la mancanza di un lavoro e pagare diversi debiti. Dopo il licenziamento avrebbe svolto un’occupazione in nero e, a Senigallia, avrebbe in parte subito anche i danni derivanti dall’alluvione del maggio 2014. Circostanze che secondo l’imputato, difeso dall’avv. Umberto Bianchelli, lo avrebbero in qualche modo indotto spacciare”.