Paolo Massari, Mediaset sospende il giornalista dopo l’accusa di violenza

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Giugno 2020 14:57 | Ultimo aggiornamento: 16 Giugno 2020 15:00
Paolo Massari, Ansa

Paolo Massari, Mediaset sospende il giornalista dopo l’accusa di violenza sessuale (foto Ansa)

ROMA – Mediaset ha sospeso il giornalista Paolo Massari, in carcere con l’accusa di violenza sessu***.

“In relazione ai recenti fatti di cronaca che coinvolgono il giornalista Paolo Massari – riporta una nota – Mediaset comunica di averlo sospeso cautelativamente dalla prestazione e dalla retribuzione in attesa degli sviluppi legali”.

Il giornalista 54enne, ex assessore comunale all’ambiente della giunta di Letizia Moratti, è stato arrestato con l’accusa di stu*** nella notte tra sabato e domenica.

A denunciarlo è stata una donna, sua coetanea e con cui aveva organizzato una serata per discutere di lavoro.

Paolo Massari, le parole della donna al Corriere della Sera

La violenza sarebbe avvenuta nella serata di sabato: la donna era stata soccorsa da alcuni poliziotti.

“Tremo all’idea che possa uscire il mio nome, che la mia famiglia venga a saperlo – ha detto la donna al Corriere – Mi hanno riferito strane voci che circolano negli ambienti mediatici, voci secondo le quali mi starei inventando tutto. Certo, ero così consenziente che avanzavo senza vestiti alle dieci di sera”.

Quello in cui si trovava con Massari, ha detto “non era un appartamento, ma un bunker. Una prigione dove anche se avessi urlato non mi avrebbero sentita, dove sarei morta ammazzata: è questo il pensiero che avevo”. “

“Ero prigioniera – continua – non scorgevo una minima via di uscita”.

“Paolo ha detto che era meglio prendere la macchina – continua – una volta nel seminterrato è sceso il buio. Poi ha avuto una velocissima metamorfosi, ha iniziato a dare ordini, mi ha umiliata, voleva che fossi la sua schiava. Aveva quel ghigno…”. (Fonti: La Repubblica, Il Corriere della Sera)