Papa Ratzingher: “Diritto fondamentale la difesa della vita e della famiglia”

Pubblicato il 25 Marzo 2010 13:34 | Ultimo aggiornamento: 25 Marzo 2010 13:34

Il diritto dei bambini a essere concepiti e portati nell’utero, fatti venire al mondo e cresciuti all’interno del matrimonio dei genitori è «un diritto fondamentale»a cui si deve «dare priorità» su «altri modelli di famiglia» e sul «supposto diritto all’aborto».

E’ quanto ha affermato papa Benedetto XVI, ricevendo in udienza, come riporta l’agenzia Ansa, i vescovi della Scandinavia: secondo il Papa questo è quanto ci si aspetterebbe «in società con una nobile tradizione della difesa dei diritti di tutti i membri».

«Dal momento che la famiglia è “la prima e indispensabile maestra di pace” – ha aggiunto papa Ratzinger citando il suo Messaggio per la Giornata mondiale della Pace 2008 – il più affidabile promotore della coesione sociale e la migliore scuola delle virtù della buona cittadinanza, è interesse di tutti e specialmente dei governi, difendere e promuovere la stabilità della famiglia».

«Purtroppo – ha inoltre rilevato il Papa – gli anni recenti hanno visto un indebolimento dell’impegno dell’istituzione del matrimonio e della comprensione cristiana della sessualità umana che per così lungo tempo ha servito come fondamento delle relazioni personali e sociali nella società europea».

Ai vescovi della Scandinavia il pontefice ha quindi ribadito «la centralità della famiglia per la vita di una società in buona salute».