Cronaca Italia

Paperoni di Stato, la classifica dei redditi: Arcuri, Mastrapasqua, Moretti…

soldi 500 euroROMA – Arrivano, anche se con ritardo, le dichiarazioni dei redditi dei super manager della pubblica amministrazione. Arrivano per obbligo di legge e la Presidenza del Consiglio stila un bollettino dedicato ai redditi del 2012, quelli che fanno riferimento alle dichiarazioni del 2011. Tra le prime posizioni della classifica, subito realizzata tabelle alla mano dal Fatto Quotidiano,  c’è Domenico Arcuri,  amministratore delegato di Invitalia che dichiara 1 milione e 214mila euro.

Una precisazione è obbligatoria: la norma in questione, la legge numero 441 del 1982, obbliga a pubblicare redditi e patrimoni dei grandi dirigenti. Non si parla, quindi, di stipendi ma di patrimonio complessivo. Un dirigente come Marco Arato, per esempio,  dichiara un milione e 518 mila euro. Non sono frutto di un mega stipendio da direttore del porto di Genova. Al contrario  gran parte del suo patrimonio deriva non dalla carica pubblica ma dalla sua attività di socio in uno studio.

Nella classifica non manca uno degli uomini più discussi di questi giorni, il presidente Inps Antonio Mastrapasqua, al centro di un caso giudiziario, che dichiara un milione e 147mila euro.

L’elenco dei Paperoni di stato rielaborato dal Giornale:

  • Domenico Arcuri è amministratore delegato di Invitalia e dichiara 1 milione e 214mila euro

  • Il presidente della Cassa Depositi e Prestiti Franco Bassanini dichiara 540mila euro. Possiede una casa a New York

  • Il presidente dell’Agenzia delle entrate Attilio Befera dichiara 772mila e 335 euro

  • Il presidente della Sea Giuseppe Bonomi dichiara 864mila e 899 euro

  • Il presidente delle Ferrovie dello Stato Lamberto Cardia dichiara 896 mila euro

  • L’allora presidente dell’Anas Pietro Ciucci dichiara 817mila e 481 euro. È anche in possesso di pacchetto di azioni composto da 30mila Unicredit, mille Finmeccanica e 3.760 Generali

  • Il presidente dell’Enel Paolo Andrea Colombo dichiara un milione 193mila euro

  • Enrico Cotta Ramusino, al tempo della dichiarazione manager della della Millward Brown, dichiara un milione e 141mila euro in qualità di liquidatore dell’Aeroporto della Provincia di Pavia

  • Il presidente di Italferr Maria Rita Lorenzetti dichiara 159mila e 200 euro

  • L’avvocato Cristiana Maccagno è vicecommissario della Fondazione Ordine Mauriziano e dichiara un milione e 830mila euro

  • L’allora presidente dell’Autorità Portuale di Cagliari Piergiorgio Massidda dichiara 155mila euro. Ha una casa a Roma, una ad Arzachena e quote di proprietà immobiliari e societarie

  • Il presidente dell’Inps Antonio Mastrapasqua dichiara un milione 174mila e 308 euro. Il suo patrimonio comprende tre immobili nella Capitale

  • Il presidente della Consap Andrea Monorchio dichiara un milione e 292 mila e 413 euro. Cede piccoli pacchetti di Bper, Intesa, Enel, Banca Popolare di Vicenza e Snam e acquista una casa a Roma

  • L’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Mauro Moretti dichiara un milione e 46mila euro

  • Il direttore generale dell’Inps Paolo Nori dichiara 227mila euro

  • L’allora presidente del Coni Giovanni Petrucci dichiara 427mila euro

  • Il presidente di Fintecna Maurizio Pratodichiara un milione 50mila e 770 euro

To Top