Niente parenti nello stesso ufficio: Pistoia, laboratorio anti-nepotismo

Pubblicato il 1 Novembre 2010 10:52 | Ultimo aggiornamento: 1 Novembre 2010 10:52

Niente parenti: no a mariti e mogli, zii e nipoti, cugini nello stesso ufficio. E’ la norma anti-nepotismo appena approvata dal Comune di Pistoia e che ha fatto diventare la città toscana un piccolo caso, nel Paese dove la rete di conoscenze conta più del curriculum.

“Da quanto mi risulta è la prima volta in Italia che si verifica nell’amministrazione pubblica, e credo che non ci sia niente di simile in Europa”, spiega Andrea Betti, consigliere comunale dell’Italia dei Valori, che ha presentato la mozione approvata. “Ci sono ovunque queste situazioni di rapporti ‘misti’ in ufficio, da noi c’è una dirigente che ha la sorella come funzionario nel suo servizio: un conflitto d’interesse evidente. La norma che è stata approvata stabilisce che quando c’è una posizione gerarchica non possono coesistere né coniugi né parenti entro il terzo grado”.