Parma, donna picchiata e segregata in casa per anni. Lui l’aveva costretta a scrivere ai figli: “Non cercatemi”

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 luglio 2018 11:51 | Ultimo aggiornamento: 17 luglio 2018 11:56
Parma, donna picchiata e segregata in casa per anni. Lui l'aveva costretta a scrivere ai figli: "Non cercatemi"

Parma, donna picchiata e segregata in casa per anni. Lui l’aveva costretta a scrivere ai figli: “Non cercatemi”

PARMA – L’aveva persino costretta a scrivere ai figli di non cercarla più. Così una donna di Parma è stata per anni vittima del suo compagno: lui la minacciava, la picchiava e la segregava in casa. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]

A raccontare quell’incubo è stata la stessa donna, dopo essere riuscita a scappare e a denunciarlo. Nei giorni scorsi gli agenti del nucleo antiviolenza e tutela minori della Polizia municipale hanno eseguito una misura cautelare di divieto di avvicinamento e contatto nei confronti dell’indagato per maltrattamenti in famiglia.

La donna, che ha riportato anche fratture, sarebbe stata obbligata a scrivere lettere ai figli chiedendo di non cercarla più e di lasciarla in pace, perché non voleva vederli. E proprio dai figli la donna era riuscita a trovare rifugio, raccontando tutti gli abusi subiti. Si sono quindi rivolti alla Municipale, convincendo la madre a denunciare: l’indagine ha confermato il racconto.

La vittima ha riferito anche di aver disdetto più volte interventi chirurgici perché il convivente temeva che, in ospedale, avrebbe potuto ricontattare i figli.