Partinico, caccia all’immigrato: altri ragazzini insultati e picchiati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 agosto 2018 12:36 | Ultimo aggiornamento: 5 settembre 2018 9:47
Partinico (Palermo), caccia all'immigrato: altri ragazzini insultati e picchiati

Partinico, caccia all’immigrato: altri ragazzini insultati e picchiati (foto Ansa)

PARTINICO – Caccia all’immigrato a Partinico (Palermo): pochi giorni fa un gruppo di ragazzini sono stati insultati e picchiati in attesa del pulmino che li riportasse nella comunità che li ospita. Dopo gli insulti ai quattro immigrati gli aggressori si sono scagliati contro due e poi sono fuggiti [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]. Alcune persone presenti hanno chiamato polizia e i carabinieri. I responsabili della comunità dove alloggiano i quattro migranti hanno presentato una formale denuncia sull’accaduto. E’ il secondo episodio in poche settimane nel piccolo centro siciliano.

I quattro migranti insultati e picchiati nel Palermitano, nei pressi della spiaggia Ciammarita, a Trappeto, sono tutti minorenni ed erano andati al mare, con l’istruttrice di una comunità d’accoglienza che li ospita, per festeggiare il Ferragosto. Quando sono stati aggrediti, in nottata, stavano aspettando il pulmino che li avrebbe dovuti riportare a Partinico nella struttura dove vivono.

Alcuni testimoni hanno raccontato agli investigatori che i migranti hanno tentato di fermare gli aggressori (almeno due di loro sarebbero parenti) dicendo loro: “Siamo giovani come voi e siamo qui per divertirci”; ma più tentavano di riportarli alla calma e più prendevano botte, hanno spiegato i testimoni.

Lo scorso 26 luglio, a Partinico, un senegalese di 19 anni, Khalifa Dieng, davanti a un pub subì l’aggressione di due giovani, finiti ai domiciliari una settimana dopo.