Pasquale Piccolo, sindaco di Somma Vesuviana, aggredito da un senzatetto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 luglio 2015 20:28 | Ultimo aggiornamento: 27 luglio 2015 20:29
Pasquale Piccolo, sindaco di Somma Vesuviana, aggredito da un senzatetto

Pasquale Piccolo

NAPOLI – Il sindaco di Somma Vesuviana (Napoli), Pasquale Piccolo, è stato aggredito e ferito con un’arma da taglio da una persona già nota alle forze dell’ordine che è stata rintracciata e fermata dai carabinieri.

Piccolo ha riportato lievi ferite a un braccio ed è stato medicato in ospedale. I militari stanno cercando di risalire alle cause del gesto.

L’aggressore di Piccolo, Salvatore Losco, 59 anni, ex operaio, è un uomo che da alcuni mesi vive in un’auto a poca distanza dalla casa comunale. Da tempo rivendica un alloggio e un posto di lavoro e non sarebbe nuovo a episodi eclatanti di protesta. Lunedì, dopo l’ennesima richiesta di aiuto, si è scagliato armato di coltello contro il primo cittadino. Dopo averlo ferito al collo e al braccio è fuggito.

L’episodio di cui è stato vittima Piccolo ha provocato la reazione molti colleghi della zona. “La violenta aggressione al sindaco di Somma Vesuviana cui va la nostra sincera solidarietà e vicinanza, è un episodio grave che non può non preoccuparci”, ha detto il presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania, Armando Cesaro. “Anche questo episodio è certamente il frutto della disperazione e di una crisi economica e sociale che stenta a recedere e che va affrontata con la massima determinazione, ma è anche l’ennesimo campanello d’allarme sulla sicurezza di quanti, a vario titolo, sono impegnati in politica, nelle istituzioni. Se è vero che la politica deve dare risposte sempre più efficaci, nondimeno è necessario continuare a mantenere alta la guardia e a rafforzarla soprattutto laddove la crisi sociale si fa sentire con maggiore cruenza”.